La riconoscenza di Matteo…

Palchetti e Restivo

Matteo ha fatto una prestazione eccezionale ai Campionati europei di Glasgow , dove nei 200 dorso ha vinto la medaglia di bronzo con il record italiano in 1.56″29. Risultato fantastico, incredibile fino a poco prima , non pronosticabile nemmeno dagli addetti ai lavori. Però Matteo ci ha abituati a queste imprese e questa è veramente bellissima che onora lui , la squadra ,tutta la società e che insieme alle altre 2 medaglie prese da Lorenzo Zazzeri e Filippo Megli definisce per la FNC un bilancio eccezionale , mai avuto prima per la città di Firenze. Non finirei mai di soffermarmi sugli aspetti tecnici e spettacolari, ma invece io voglio porre in evidenza un momento che forse ai più è sfuggito e che invece vale la pena sottolineare. Dopo la bellissima gara, durante l’intervista con Elisabetta Caporale della RAI, Matteo non trovava neanche le parole dalla felicità e l’emozione ( caso strano ,come lui stesso ha detto, essendo lui molto loquace) , ma un attimo dopo con ancora il fiatone ha voluto fare un unico, solo  ringraziamento.. a Paolo Palchetti , il suo allenatore, colui che da 4 anni lo segue tutti i giorni e che lo ha portato ad essere il 3° dorsista in Europa con un miglioramento di ben 5 secondi da quando è approdato da noi. Un doveroso riconoscimento che gli fa onore evitando, come fanno tanti , di fare una lunga sfilata di ringraziamenti che vanno dalla fidanzata ai nonni ecc. Un comportamento esemplare che io personalmente ho apprezzato molto , perchè finalmente un nuotatore spende parole belle per chi invece spende gran parte della sua vita sacrificando tanto anche del privato a seguire questi ragazzi.Virtù rara quella della riconoscenza degli atleti. Paolo con questo risultato ha avuto la sua personale rivincita contro tutti quelli che dicevano che Matteo non avrebbe mai ripetuto quel tempo fatto nell’aprile del 2017 a Riccione e sopratutto una bella rivincita verso tutti coloro che lo hanno messo in difficoltà nello svolgere questo lovoro in passato. Bravo Paolo e bravo Matteo… oltre le medaglie c’è anche lo stile.

 

 

Fabrizio Verniani.

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fabrizio Verniani.

 

 

Questo sito usa i cookies solo per facilitarne il suo utilizzo aiutandoci a capire un po' meglio come lo utilizzi, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione tua e degli altri. Puoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi